navigation_IT

pagina iniziale - info - i cavalli del rifugio / adozione a distanza - R.I.P - ma sempre con noi.salute e benessere - volontari al lavoro  -  Impressioni - pubblicazione
contatti - piccole storie di noi - liberatoria - Happy
                    Horse - Equimag - Piede scalzo - link - Linda Tellington Jones - DONAZIONE



Giove

una cavallo di razza maremmana nato circa nel 1986, arrivò al Rifugio nell'ottobre del 2009 in brutte condizioni, denutrito, con denti e piedi messi male e soprattutto sofferente per le conseguenze di una grave infezione al pene completamente trascurata. Lo stato di trascuratezza in cui versava gli aveva causato anche turbe comportamentali.

Al Rifugio venne subito curato, un mese dopo il suo arrivo fu portato in una clinica di Volpago del Montello, dove gli fu amputato l'80% del pene (circa due chili di tessuto cicatriziale). Purtroppo questo non risolse i suoi problemi: nel 2010 Giove iniziò a soffrire di una grave incontinenza urinaria e di gonfiore addominale, pertanto alla fine dell'anno fu portato nuovamente alla clinica di Volpago del Montello, dove fu sottoposto ad un altro intervento, questa volta per rimuovere un calcolo alla vescica. A ciò fece seguito una terapia antibiotica.

Nemmeno questo risolse tutti i problemi di Giove, però: nella vescica si formavano di continuo pus, sangue coagulato e fango renale, pertanto per tutto il 2011 i volontari del Rifugio provvidero sistematicamente alla pulizia della vescica di Giove con catesterismi, alla terapia antibiotica e anche alla cura delle zampe posteriori: infatti l'incontinenza urinaria gli causava un gocciolio che gli danneggiò la pelle delle zampe, che dovevano pertanto essere sistematicamente pulite con cura e cosparse di vaselina per evitare che la pelle si corrodesse ulteriormente. Inoltre nella vescica di Giove venne trovata anche un'infezione da batterio.

Il problema di Giove viene definito "paralisi della vescica", che può colpire i cavalli non più giovani: solitamente essi vengono abbattuti, ma Giove era un cavallo dalla grande tempra, quindi al Rifugio continuarono le cure per tenergli pulita la vescica, terapie antibiotiche ed infine, come ultimo tentativo, un ciclo fito-terapico molto costoso.
Finalmente, dopo tutta questa serie di cure, Giove iniziò a sentirsi meglio e trascorse al Rifugio alcuni anni sano e felice, nel paddock con il suo amico Gastone.

Purtroppo gli anni di totale trascuratezza che dovette subire lasciarono comunque un pesante segno nel suo fisico, e, nel corso del 2012, fu colpito anche da numerose cistiti; fu proprio a causa di una cistite, talmente grave da risultare incurabile, che il Rifugio prese la grande decisione di ricorrere all'eutanasia, alla fine del 2012.

Era un cavallo fiero e forte, un vero maremmano, davvero sfortunato e arrabbiato con gli esseri umani che lo avevano fatto tanto soffrire: ciononostante, il suo affetto per i volontari del Rifugio che si erano presi cura di lui era palpabile, e la sua morte ha lasciato un vuoto immenso in tutti, ma almeno, dopo così tante sofferenze,
Giove se n'è andato in quella che finalmente era la sua casa, circondato dall'amore di tutti i suoi amici.
 
 

Riassunto ed aggiornamento cartella clinica di Giove.

Giove,Maremmano Baio,Castrone di c.ca 25 anni.

    Ottobre 2009 Arrivo al ranch con immediato riscontro di gravi esiti cicatriziali al pene,denutrizione e turbe comportamentali.

    Dicembre 2009 Intervento di amputazione (80%)del pene c\o clinica Volpago del Montello.

    Giugno 2010 comparsa di edema del prepuzio.

    Novembre 2010 Comparsa di incontinenza urinaria ed aggravamento dell’edema prepuziale ed addominale ed inizio prima terapia anitibiotica.

    18 Novembre 2010 Visita in clinica – Volpago del Montello - e successivo ricovero per sospetta calcolosi vescicale.Intervento di rimozione del calcolo e sucessivo ricovero di 15 gg con seconda terapia antibiotica.

    Dicembre 2010 Ricomparsa di incontinenza ed edema prepuzio\addominale.Iniati cateterismi vescicali estemporanei per lo svuotamento e la pulizia della vescica con presenza di materiale purulento e fango renale.Iniziato terzo ciclo di antibioticoterapia.

    Gennaio 2011 presa in carico da parte di un altro veterinario, Dr. Sergio Forapani. Eseguita ecografia trans rettale la quale dimostra la presenza in vescica di sangue coagulato,fango renale ed urina.Proseguono i cateterismi di evacuazione e lavaggio vescicale.Riscontro di una parziale ostruzione del canale uretrale cca 4\5 cm sotto l’ano.Si ipotizza vescica di tipo neurologico (paralizzata).Inizio terapia con Bethanecol per la stimolazione della vescica paralizzata.Si raccoglie campione di urina per un esame colturale:presenza di Proteus.

    Gennaio 2011 esecuzione di lavaggio vescicale eco guidato,con pulizia in toto della vescica ed instillazione in loco di antibiotico. Si riscontra la nuova presenza di una massa in vescica,come nella prima ecografia (Novembre 2010): al contrario delle procedure precedentemente attuate dalla clinica si procede con rottura manuale sotto visione ecografica con Dr. Sergio Forapani, ed evacuazione della stessa tramite catetere con risultato positivo.Iniziata antibioticoterapia specifica per il Proteus.

    Febbraio 2011 in atto terapia antibiotica e fitoterapica dopo visita del fitoterapista.





Sono tornato a casa finalmente!
Voglio ringraziare tutti quelli che hanno contribuito a pagare il mio intervento, ed anche tutti quelli che continueranno ad aiutarmi durante la convalescenza!
Ora sto bene, è stato un intervento lungo e difficile, e durante il ricovero (13 giorni), i veterinari della clinica si sono presi cura di me con cateterismi (che schifo), lavaggi vescicali ed antibioticoterapia (ancora più schifo)!
Tra qualche giorno mi toglieranno i punti esterni e tutto tornerà a posto! Sono stato riaccolto bene dai miei amici umani e da tutti i cavalli....
Finalmente!!!

Ora vi aspetto, venite a trovarmi!
Giove








Giove 20.11.2010
Oggi siamo andati a trovare Giove in clinica, sembrava molto contento di vederci!
L`intervento  andato bene (vedi relazione del veterinario allegata) ed in questi giorni proseguirˆ le cure post operatorie del caso in clinica, sotto stretto controllo medico.
Salvo complicazioni improvvise, tornerˆ a casa luned“ 29 novembre.




Oggi siamo tornati dalla clinica - senza Giove!
Un'ecografia ha evidenziato la presenza in vescica di un calcolo della misura di un melone:
Formatosi negli anni in cui lui aveva la massa cicatriziale al pene (asportato nel dicembre 2009), impediva lo svuotamento completo della vescica.
Attualmente questa situazione  dolorosa. L'unico modo per dare una buona qualitˆ di vita a Giove  quella di intervenire chirurgicamente, anche se l`intervento porterebbe rischi di infezione e pericolo di vita.
Considerando la sua buona salute generale ci sembrava giusto dargli questa chance... se l`  guadagnata!
Il costo dell'intervento si aggira intorno ai 2000 Euro!
Aiutate Giove!


Segnalamento:
Cavallo Giove, castrone baio anni 23
Precedente chirurgia nel 2009 per amputazione dell`80% del pene a causa di una parafimosi di lunga durata.

Sintomi clinici:
Il cavallo è stato sottoposto a visita medico veterinaria perch presentava incontinenza continua, leggero dolore alla minizione e con produzione di urina molto carica e densa a cui era associato un edema della parete ventrale dell`addome. Il sintomo era presente da circa un mese ed era stata iniziata una terapia antibiotica. Gli esami del sangue si presentavano nella norma.

Clinica:
All`arrivo in clinica Giove  stato sottoposto a visita clinica generale. Si  proceduto quindi alla cateterizzazione delle vie urinarie tramite inserimento di un catetere attraverso l`uretra fino in vescica per constatare la pervietˆ delle vie.
L`urina si presentava di colore giallo-marrone, maleodorante, molto densa e ricca di materiale simil purulento. La vescica  stata svuotata e si  proceduto al lavaggio ripetuto con soluzione fisiologica.
A Givoe  stata quindi fatta un`ecografia trans rettale per visualizzare la vescica e l`uretra. A questo punto sia con l`esplorazione manuale sia con l`ecografia si  apprezzata la presenza di un calcolo vescicale delle dimensioni di un pompelmo.

Si  deciso quindi di rimuovere il calcolo chirurgicamente attraverso una laparotomia.

Chirurgia:
Giove  stato sottoposto ad anestesia generale gassosa, E' stato posizionato sul tavolo operatorio e dopo accurata disinfezione dell`addome  stata creata la breccia operatoria parapeniena dalla quale  stato possibile esteriorizzare la vescica.
All`apertura dell`organo si  potuta evidenziare la presenza di una massa marrone- giallo compatta, di consistenza gommosa e delle dimensioni di un melone riferibile a calcolo urinario vescicale dato da accumulo di sostanze minerali (solfato di magnesio-carbonato di calcio). Questa concrezione si  poi presentata friabile e quindi  stata possibile la sua rimozione attraverso la sua frantumazione.

Dopo ripetuti lavaggi la vescica è stata suturate e riposizionata e l`addome  stato chiuso.

Post-Operato:
Giove ha superato senza difficolta l`anestesia durata 2 ore il risveglio.








Giove: Nato 1986
arrivato al Rifugio 10 ottobre 2009






Giove gravemente denutrito, denti e piedi sono in uno stato pietoso.






Giove soffre delle conseguenze serie di una infezione al pene trascurata. Non sappiamo ancora se dovrˆ subire una amputazione parziale del pene.




Cerchiamo per Giove sponsor che siano disposti a donare anche solo 10 euro mensili per la durata di un anno.
Grazie. Fate un`opera di bene!

Giove

Giove Dicembre 2009



Ecco Giove dopo l`intervento, con micro-pisello,
liberato di circa due chili tessuto cicatriziale






Giove Febbraio 2009
Giove





Giove ha manifestato problemi nel fare la pipì, con sintomi di incontinenza e gonfiori allo scroto e alle gambe posteriori.
Martedì 16 Novembre andrà in clinica a Belluno, dove già aveva fatto un intervento per l`amputazione del pene nel Dicembre 2009.
Lì svolgeranno vari controlli per capire e risolvere la situazione.
Una donazione da parte vostra ci aiuterà ad affrontare le spese. Vi ringrazio in anticipo!
Dicembre 2009



Li svolgeranno vari controlli per capire e risolvere la causa.

Una donazioe da parte vostra ci aiutera` ad affrontare le spese. Vi ingrazio in anticipo!
Dicembre 2009



Giove

Ora Giove...
ha terminato il ciclo di fitoterapia durata tre mesi, e ha ripreso parzialmente ad urinare in modo efficace, svuotando completamente la vescica dal fango renale almeno una volta al giorno.
Purtroppo presenta ancora minime perdite di urina durante la giornata, e inizialmente questa situazione aveva causato lesioni e ragadi alla cute delle zampe posteriori. A questa problematica per˜ abbiamo trovato soluzione lavando a giorni alterni le zampe posteriori impregnate dall`urina con sapone neutro, ed applicando localmente pomate protettive ed emollienti (vaselina).
Non sono stati pi eseguiti cateteri vescicali di pulizia n cure antibiotiche e al momento Giove sembra godere di buona salute, fisica e psichica: ha ripreso peso e ha molta pi fiducia in tutti noi!
Anche lui era un cavallo a cui nessuno dava una chance... Noi abbiamo creduto di poterlo aiutare fino all`ultimo, e i nostri sforzi gli hanno garantito una buona qualitˆ di vita.


Giove nato nel 1986 arrivato da noi il 10 Ottobre 2009, deceduto il 23 Ottobre 2012.
R.I.P.
Giove
- sei arrivato al Rifugio distrutto nel corpo
- ma non nella mente. Incazzato nero con la razza umana - che ti ha così ferito!
Giove
- non ho mai conosciuto un cavallo come te - forte - un vero Maremmano!
Giove
- mi hai insegnato ascoltarti, fidarmi di te, e ridere con te.
Non mi hai mai fatto male, non mi hai mai morsicato.
Mi hai dato la tua fiducia e credo anche il tuo amore.
Giove
- grazie della tua amicizia e della tua fiducia.